A fine luglio nella splendida cornice offerta da Courmayeur la prima edizione di Pho-bo

Dal 26 al 29 luglio, tutti a Courmayer per la prima edizione del festival Pho-bo. Che cos’è però Pho-bo? Quattro giorni dedicati alla fotografia, con mostre, proiezioni, workshop, incontri, letture portfolio e anche uno spazio touch&try offerto dallo sponsor tecnico Fowa. Immersi in un contesto del tutto nuovo, lontano dalle grandi città, si potrà parlare di fotografia in ogni sua forma. Con i fotografi e docenti dei corsi, ma anche semplicemente tra partecipanti, l’importante sarà confrontarsi e parlare di fotografia. 

Ai piedi del Monte Bianco tutti i partecipanti potranno approfondire competenze tecniche e creative, dall’ideazione di un progetto alla sua realizzazione. Si parlerà ovviamente, vista la location, di fotografia di outdoor e naturalistica, ma ci sarà spazio anche per il reportage e il ritratto. Non mancherà anche una sezione dedicata alla fotografia più attuale, quella social con il contributo di Igers Italia e Igers Valle d’Aosta, e una dedicato ad uno dei maggior trend del momento: quello dei droni e della fotografia aerea. 

 

Giovedì 26 luglio si apriranno le danze con il taglio del nastro alla prima edizione di Pho-bo e la presentazione di ciò che accadrà nei giorni successivi, il tutto con un grande Opening Party. Per scoprire già da oggi cosa succederà nel dettaglio basterà collegarsi al sito di Pho-bo, dove sono già elencati i tantissimi workshop a cui si potrà partecipare. Tanto per citare qualche docente ci saranno max&douglas, Angelo Ferrillo, Massimiliano Sticca, Raffaele Monaco, Enrico Pescantini, Alessandro Belluscio e molti altri. I workshop copriranno i tre giorni, dalle 9 di alle 18, prima di lascaire spazio a conferenze, incontri e speech serali. 

Solo la domenica mattina, invece, dalle 10 alle 13 la redazione di EyesOpen! Magazine curerà una sessione di lettura portfolio. 

Ci saremo anche noi di Photojournal.it a raccontare da vicino tutto ciò che accadrà alla prima edizione di Pho-bo, dai workshop alle prove dei più recenti prodotti di Fowa nello spazio touch&try. Non mancate, ne varrà la pena. 

Pho-bo: photography outside the wall
© Riproduzione riservata
Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top