Olympus TG-5
News

Olympus Tough TG-5, ancora più resistente

Migliorata la resistenza del corpo, meno pixel ma più grandi e riprese video in 4K 

Nel variegato ventaglio di fotocamere compatte, quelle definite “rugged” sono tra le poche che continuano ad avere il proprio spazio, magari non così grande ma pur sempre il proprio spazio; vuoi perché quando sei in vacanza al mare o in montagna non vuoi avere preoccupazioni per la tua attrezzatura, vuoi perché la utilizzano senza ansia anche i piccoli o vuoi perché ormai hanno raggiunto una qualità sufficiente anche per chi in situazioni estreme ci si trova per lavoro. Olympus, dal canto suo, con la linea Tough ha avuto un buon successo e, insieme a pochi altri marchi, continua a sviluppare questo progetto con insistenza.

L’ultima nata è la Olympus TG-5, dotata del solito obiettivo non sporgente f/2 con zoom 4x e che perde 4MP rispetto al modello precedente, ma guadagna nelle dimensioni dei 12 milioni di pixel del nuovo sensore retroilluminato, che così dovrebbe garantire migliori risultati in condizioni scarsa illuminazione. Inoltre con la Olympus TG-5 gli utenti potranno anche registrare video in 4K a 30fps o video in slow motion in Full HD a 120fps. 

Dal punto di vista ergonomico non troviamo molte differenze rispetto ai modelli del passato, così come dal punto di vista delle funzionalità: infatti, in entrambi i casi la Olympus TG-5 rispecchia molto la TG-4, con la differenza che le migliorie stanno al suo interno, dal punto di vista tecnologico, con lo sviluppo del nuovo sensore retroilluminato con fotodiodi più grandi e l’implementazione dell’ultimo processore di elaborazione delle immagini; in questo caso il TruePic VIII. Anche l’estensione della sensibilità raggiunge nuovi livelli, infatti, oggi con la Olympus TG-5 si può scattare con una sensibilità massima di 12.800 ISO

L’aspetto più importante riguarda ovviamente le protezioni del corpo macchina che ne garantiscono la resistenza. Con la Olympus TG-5 parliamo di una compatta in grado di sopportare cadute da un’altezza massima di 2,1 metri, può sostenere un carico di 100kg e non patisce il freddo fino a -10°C. Ovviamente è protetta da polvere e da acqua, potendo immergersi senza ulteriori custodie fino ad una profondità di 15 metri. Per chi voglia scendere ancor più giù durante un’immersione è disponibile (venduta separatamente) una custodia subacquea, la PT-058, che permette di raggiungere i 45 metri di profondità. 

Interessante poi la dotazione della funzione Variable Macro System sulla nuova Olympus TG-5, che offre quattro diverse modalità di utilizzo per gli scatti ravvicinati: Microscope, Microscope Control, Focus Bracketing e Focus Stacking Mode. Tra le altre caratteristiche troviamo la presenza del formato RAW, ovviamente connettività Wi-Fi e modulo GPS. Quest’ultimo è inoltre affiancato da alcune funzioni che derivano dall’action camera TG Tracker di Olympus, registrando i dati sul luogo e le condizioni atmosferiche che poi possono essere consultate o condivise attraverso l’app dedicata. 

Ci sono diversi accessori opzionali disponibili per la Olympus TG-5, come gli aggiuntivi ottici fish-eye o tele o una guida che trasforma il flash integrato in un flash anulare attorno all’obiettivo. 

La nuova Olympus TG-5 sarà disponibile sul mercato a partire dal prossimo giugno ad un prezzo suggerito al pubblico di 479,90 euro

 

Olympus Tough TG-5, ancora più resistente
© Riproduzione riservata
Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top