Leica CL
News

Leica CL, grandezza in miniatura

La nuova fotocamera della casa tedesca unisce il design iconico con tecnologie all’avanguardia in un corpo compatto: ecco la nuova Leica CL

La chiave del successo di Leica, sin dagli albori e cioè da quando Oskar Barnack era intento a progettare la prima Leica, è sempre stata l’unione tra compattezza, facilità d’uso e ovviamente qualità d’immagine. E secondo quanto sostengono gli ingegneri di oggi, ed in particolare il direttore della progettazione ottica di Leica Camera AG Peter Karbe, se Barnack dovesse realizzare una fotocamera con le tecnologie attuali sceglierebbe senza dubbio il sensore APS-C come cuore dell’apparecchio. E a conferma di questa testi c’è quanto mi ha detto Andreas Kaufmann, presidente Leica Camera AG, durante l’inaugurazione della mostra “I Grandi Maestri. 100 Anni di Fotografia Leica” inaugurata a Roma la scorsa settimana, il quale sostiene che con questa nuova fotocamera vedremo quanto davvero può offrire un sensore APS-C. 

Leica CL

E allora andiamo a vedere da vicino com’è questa nuova Leica CL

Dopo questo preambolo non può non esserci un sensore APS-C al centro di questo progetto: si tratta in particolare di un sensore da 24MP di risoluzione che lavora in combinazione con il processore Maestro II e un sistema autofocus, velocissimo secondo la casa, da 49 punti di misurazione. Secondo Leica si tratta di un sistema autofocus in grado di competere senza dubbio con le fotocamere di pari livello, ma non solo; dalla Germania, infatti, parlano di prestazioni equivalenti a quelle di fotocamere full frame.

Un’altra caratteristica molto interessante della nuova Leica CL è il nuovo mirino elettronico integrato EyeRes da 2,36 milioni di pixel sviluppato appositamente per questa fotocamera e che offre un tempo di latenza inferiore alla soglia di percettibilità. Un mirino questo che vuole convincere anche gli scettici che la visione elettronica può essere davvero al livello di quella ottica. 

Il tema della semplicità e dell’essenzialità lo riscontriamo chiaramente guardando il corpo macchina: sul dorso, intorno al display da 3 pollici di diagonale, 1,04MP di risoluzione e controllo touch screen, troviamo sulla sinistra solo 3 tasti (Play, Fn, Menu) e sulla destra un pratico pulsante multidirezionale per la navigazione nel menu. Quest’ultimo sviluppato come sempre nel segno della facilità d’uso. Mentre dal profilo superiore si gestiranno i parametri di scatto attraverso le due ghiere, tra le quali è stato inserito un piccolo display monocromatico che indica i valori impostati. 

Per quanto riguarda invece l’attacco obiettivo, la baionetta è Leica L dotata di striscia di contatti per comunicazione fra obiettivo e fotocamera. Sulla Leica CL, dunque, si potranno montare gli obiettivi della serie TL, che coprono lunghezze focali da 17 ai 200mm equivalenti nel formato 35mm. Inoltre, insieme alla fotocamera, è stato presentato anche il nuovo obiettivo “pancake” Elmarit-TL 1:2,8/18 ASPH caratterizzato da soli 20,5mm di lunghezza e 80g di peso, attestandosi ad oggi come il più leggero obiettivo per APS-C sul mercato. Il nuovo 18mm è stato progettato per essere utilizzato senza paraluce, il che riduce ulteriormente l’ingombro della fotocamera. 

Inoltre, la nuova Leica CL è compatibile con tutte le ottiche SL e, tramite gli appositi adattatori, anche con quasi tutte le ottiche Leica M e R. 

Infine, anche se forse non sarà la funzione più utilizzata su questa fotocamera, la Leica CL è dotata anche di capacità video 4K a 30fps

La nuova piccola grande Leica CL sarà sul mercato a partire dalla fine di questo mese, al prezzo di €2490 per il solo corpo, di €3490 in kit con il nuovo pancake 18mm e di €3650 con lo zoom Vario-Elmar-TL 18-56mm. Il solo obiettivo Elmarit-TL 1:2,8/18 ASPH sarà invece in vendita al prezzo di €1180. 

Leica CL, grandezza in miniatura
© Riproduzione riservata
Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top