PJ_LumixS
News

Finalmente la full-frame di Panasonic è realtà: ecco la serie Lumix S

L’attesa per la nuova full-frame di Panasonic è finita. Ma non è stata presentata solo una fotocamera, è nata un famiglia che ha già due membri, la Lumix S1R e la Lumix S1

Sono 100 anni che Panasonic inventa, sviluppa e crea dispositi con l’obiettivo di migliorae la vita delle persone in tutto il mondo. Sono solo 10, invece, che si impegna a fornire prodotti fotografici caratterizzate dalle migliori tecnologie disponibili. Era il 2008 quando venne stata presentata la prima mirrorless al mondo, la Lumix G1 e quello rappresentò solo il primo mattone di una storia recente ricca di primati e record. Come ad esempio l’introduzione del sistema di stabilizzazione su 5 assi Dual I.S. o l’inserimento di una modalità video 4K per la prima volta su una fotocamera.  

In questi 10 anni il formato Micro QuattroTerzi ha sempre rappresentato il punto fermo per le fotocamere Lumix, che però oggi non era ulteriormente migliorabile. Anzi, l’obiettivo di raggiungere gli 8K in ambito video non era proprio possibile per questioni fisiche. L’unica opzione per Panasonic era quella di sposare la linea che oggi sempre essere quella più richiesta anche dagli utenti: il full-frame. 

PJ_LumixS

E quindi eccoci qui: non una sola fotocamera ma l’inizio di una nuova era per le Lumix con una nuova famiglia che rappresenterà il punto più alto della gamma. Si chiama Lumix S e sono ben due i modelli presentati quest’oggi alla Photokina, la Lumix S1R e la Lumix S1. 

Praticamente identici i due modelli si differenziano solo per la risoluzione del sensore: 47 milioni di pixel per la Lumix S1R e 24 per la Lumix S1. Queste due nuove mirrorless full frame saranno dotate anche di un nuovo motore di elaborazione delle immagini e potranno accettare anche le schede di memoria XQD, ma avranno un doppio slot per permettere anche l’utilizzo delle classiche SD. Non sono molte le caratteristiche svelate, ma è certo che sul dorso spiccherà un display rugged LCD orientabile da 3 pollici. 

PJ_LumixSInsieme alle due nuove mirrorless full frame si è chiaramente parlato anche di ottiche. Entro il 2020 ne vedremo almeno 10 progettate per queste fotocamere, ma le prima che saranno immesse sul mercato sono un 50mm f/1,4, un classico zoom 24-105mm e un teleobiettivo 70-200mm. Sempre a proposito di obiettivi Panasonic ha nel frattempo anche annunciato l’arrivo sul mercato di un nuovo zoom Leica DG Vario-Summilux 10-25mm f/1,7. E tanto per cambiare con questo nuovo obiettivo arriva un altro record: al momento nessuno ha mai costruito uno zoom ad apertura costante f/1,7. 

PJ_LumixS

Le novità, però, in casa Panasonic non finisco qui. Infatti è stato anche annunciato un nuovo accordo che vedrà Panasonic ancora una volta legata a Leica ma con l’aggiunta al loro fianco anche di Sigma. Le tre aziende hanno creato quella che è stata chiamata L-Mount Alliance, con l’obiettivo di fornire ai fotografi delle soluzione ancora più ampie. In sostanza sia Panasonic che Sigma potranno utilizzare la baionetta L-Mount che Leica ha lanciato nel 2014 con la Leica T e che poi ha utilizzato anche sui modelli più recenti; ovviamente anche le Lumix S adottano questa baionetta e di conseguenza anche gli obiettivi dedicati potranno essere montati non solo su queste fotocamere, ma anche sulle Leica o sulle fotocamere di Sigma. Insomma un intreccio che potrebbe vedere una Leica con un obiettivo Sigma, una Sigma con un obiettivo Panasonic o una Panasonic con obiettivo Leica e ovviamente anche tutti gli altri incroci! Sarà così possibile per gli utenti costruire il sistema più adatto al loro scopo potendo scegliere tre corpi macchina di tre diversi brand e tra tantissimi obiettivi. 

A questo punto la curiosità di mettere alla prova le nuove Lumix S è altissima, ma ancora non è stato ufficializzata la data dell’immisione sul mercato e neanche i prezzi. Staremo a vedere, ma la sfida a Canon, Nikon e Sony è ufficialmente partita. 

Finalmente la full-frame di Panasonic è realtà: ecco la serie Lumix S
© Riproduzione riservata
Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top