Chi siamo

Dal 2002 nel mondo della fotografia, come fotografo sportivo e di scena, prima di entrare stabilmente nel team di FOTOGRAFIA REFLEX in qualità di redattore nel 2004. Dal 2009 fino al 2013 gestisce il sito reflex.it, quando, sempre per la Editrice Reflex, diventa caporedattore di Digital Photographer Italia, carica ricoperta fino al 2015. Nello stesso anno torna ad occuparsi di FOTOGRAFIA REFLEX nel ruolo di Editor-at-large al numero di settembre 2016, l'ultimo della storica rivista. Dal 2016 ricopre il ruolo di vicepresidente dell'associazione culturale Obiettivo Camera, che ha lo scopo di promuovere e divulgare la cultura fotografica in Italia. Nel gennaio 2017 fonda la casa editrice QuarantaDue Srls, dalla quale nasce il portale Photojournal.it di cui è direttore responsabile.

Chi è Gianluca Bocci? Un tizio che scrive articoli di tecnica, cultura ed attualità fotografica per testate come Progresso Fotografico, Tutti Fotografi, FotoCult, Clickblog.it e ovviamente PhotoJournal.it. Un tizio che ha vinto concorsi fotografici come il Sony Twilight Competition Australia ed il Nital Forum Contest. Un tizio che sa utilizzare sia il banco ottiche che la Lego toy camera. Un tizio che organizza eventi, mostre e concorsi. Ma soprattutto un tizio che ama la magia che si crea tra chi sta davanti e chi sta dietro l’obiettivo.

Durante l’università, a metà anni Settanta, fa le prime esperienze nella fotografia sportiva, in particolare l’automobilismo tra Rally di Montecarlo, Monza e Vallelunga, e nella fotografia di moda per una firma romana. I suoi primi articoli sono apparsi su Il Progresso Fotografico e Tutti Fotografi, tra il 1967 e il 1970. Importante, in quel periodo, il corso sperimentale di grafica di otto mesi finanziato dalla Regione Lazio e curato da un giovane Piergiorgio Maoloni, che sarebbe diventato uno dei più noti designer italiani. Assunto per le relazioni con il pubblico e la pubblicità dal distributore di Nippon Kogaku (Nikon), dopo aver collaborato come freelance alle pubblicazioni tecniche, ha realizzato Il Libro Nikon, due volumi grande formato dedicati ai prodotti del marchio. Nel 1970, ha iniziato la collaborazione con Fotografare, rivista che poi ha diretto dal 1972 al 1979. Durante quella esperienza, ha scritto Il manuale Nikon (70.000 copie) e il Manuale Olympus (35.000 copie). Nel 1980, ha fondato la Editrice Reflex, per pubblicare Fotografia REFLEX. Nel corso degli anni, la casa editrice ha dato vita a numeri speciali e altre testate, come il professionale PRO, la guida REFLEX Fotomarket, la collana trimestrale La biblioteca del fotografo e, nel 1996, il sito reflex.it, primo in Italia di una rivista fotografica. Tra manuali di tecnica e collezionismo, la Editrice Reflex ha pubblicato i suoi libri Il libro della reflex e Fotografia. Teoria e pratica della reflex (25.000 copie vendute) Dal 1999, è vice presidente della Technical Image Press Association (TIPA).

Sara è una fotografa nata in Italia ma made in USA. E' passata dalla danza alla fotografia dopo un infortunio. Dopo aver lavorato come fotografa di moda a Londra, Los Angeles, Hong Kong e New York, Sara ha deciso di lasciarsi quel mondo alle spalle per inseguire la sua passione per il viaggio. Al momento sta viaggiando a tempo pieno scattando ritratti per il suo progetto Quest for Beauty, e #Travelfairytales per il suo account instagram.

Cominciò tutto con una Contax a pellicola regalata da suo padre quando ancora aveva solo 8 anni e iniziò subito a fotografare, passione che ha trasformato in professione dopo la laurea in Giurisprudenza. Ha vissuto diversi mesi in Nuova Zelanda, Francia, Irlanda e Giappone. E’ fondatore del Taurinorum Team, squadra di produzione e comunicazione specializzata in documentari di viaggio, branded content e roadshow promozionali di veicoli e prodotti del mondo outdoor e automotive. Dal 2009 ha percorso oltre 40.000 km sui mezzi più inconsueti attraverso Africa, Americhe, Asia ed Europa. Dall’inizio del 2014 è fotografo ufficiale del Pentax Photography Team e Fowa ambassador anche per Panasonic Lumix. Dal 2015 produce documentari e video per dimore storiche in Italia, strutture turistiche e ricettive e aziende di diverse tipologie. Nel 2016 ha ideato un format video editoriale che si chiama "Il Mondo al Rallentatore" che va in onda su Rai3 tutte le domeniche durante il Kilimangiaro e che viene raccontato anche qui su Photojournal.

Dan Margulis, universalmente riconosciuto come l’uomo che ha inventato la correzione del colore in Photoshop, lo ha pubblicamente definito un uomo del Rinascimento a causa della sua ecletticità. Dopo la formazione classica si laurea in Fisica e si occupa di produzione musicale (tutt'ora) fino ad approdare al campo dell’immagine, probabilmente a causa di un imprinting ricevuto dal padre, fotoamatore, che fin da bambino lo porta in camera oscura con sé. Frequenta entrambe le classi ACT (Applied Color Theory) e AACT(Advanced Applied Color Theory) organizzate da PS School. Da sempre dedito all’insegnamento in diversi ambiti all’interno di strutture private e pubbliche, nel 2011 decide di dedicarsi anche alla diffusione delle tecniche della correzione del colore in Photoshop, ancora poco note in Italia. Realizza per Teacher-in-a-Box otto videocorsi, che rappresentano attualmente la risorsa più organica e globale sulla materia disponibile in lingua italiana. Nel marzo dello stesso anno raccoglie un’idea di Francesco Marzoli e con lui organizza a Pescara il primo Color Correction Campus, un corso intensivo di due giorni che porta gli studenti a lavorare materialmente sulle immagini applicando le tecniche codificate da Dan Margulis nel corso degli anni. Tra il 2012 e il 2013 è stato uno dei dodici beta-readers selezionati a livello mondiale per l’ultima fatica di Dan Margulis – il libro “Modern Photoshop Color Workflow”. Dopo aver collaborato per tre anni con FOTOGRAFIA REFLEX, oggi continua a scrivere articoli sulle tecniche di postproduzione per Photojournal.

Redattore dal 2009 del web-magazine giapponese "Watch Digital Camera" si occupa in particolare di seguire le novità di prodotto, la situazione delle industrie fotografiche giapponesi ma anche di argomenti storici legati al mondo della fotografia. Sarà la voce di photojournal.it durante eventi come il CP+, importante fiera che si svolge ogni anno in Giappone e ci terrà aggiornati su quello che succede nella terra natia della maggior parte delle aziende fotografiche.

To Top