EOS 2000D
News

Canon EOS 2000D ed EOS 4000D: due al posto di una

Canon presenta due nuove reflex entry-level che andranno a sostituire la EOS 1300D

Per Canon a giornata di oggi non vede solo il lancio della nuova mirrorless EOS M50, ma anche l’introduzione sul mercato, a partire dal prossimo aprile, di due nuove reflex entry-level, che andranno a prendere il posto a listino della EOS 1300D, una delle reflex più vendute nell’ultimo anno. Sto parlando delle EOS 2000D ed EOS 4000D.

Sono molte le caratteristiche che le due nuove reflex hanno in comune, sia tra di loro, che con la EOS 1300D, ma se la nuova EOS 2000D ha qualcosa in più, la EOS 4000D ha addirittura qualcosa in meno del modello precedente. Viene da chiedersi come mai. È presto detto: la prima vuole chiaramente offrire qualcosa in più, come è giusto aspettarsi da un nuovo modello rispetto a quello che lo ha preceduto. La EOS 4000D, invece, vuole conquistare il proprio spazio andandosi a posizionare al gradino più basso della scala dei prezzi, cercando di invogliare tutti quegli utenti che magari per questioni economiche non si sono mai azzardati ad acquistare una reflex. Certo, ci sono solo €100 di differenza tra le due nuove reflex targate Canon, ma di questi tempi anche quei 100 euro possono pesare. La EOS 2000D, tanto per essere chiari, costerà €529,99 in kit con l’obiettivo EF-S 18-55mm f/3,5-5,6 IS II, mentre la 4000D sarà sul mercato al prezzo suggerito al pubblico di €419,99, in kit con l’obiettivo EF-S 18-55mm f/3,5-5,6 III.

Ma vediamo nel dettaglio cosa offrono le due nuove reflex.

Partiamo dai sensori che troviamo a bordo: la EOS 2000D che è caratterizzata dal nuovo sensore CMOS APS-C da 24,1 megapixel, mentre la sorella minore utilizza il vecchio, ma comunque affidabile, sensore CMOS ASP-C da 18 megapixel. Entrambe affiancano al sensore il processore DIGIC 4+ e possono contano su una sensibilità massima pari a 6400 ISO, espandibile fino a 12.800 ISO; catturano fino a 3 fotogrammi al secondo in modalità di scatto continuo ed hanno 9 punti di messa a fuoco. Anche la tecnologia di connessione è le stessa: Wi-Fi integrato che permette alle due nuove reflex Canon di comunicare con i dispositivi associati attraverso l’app Canon Camera Connect, disponibile sia per iOS che Android. Volendo, con la EOS 2000D, si può sfruttare anche la tecnologia NFC per stabilire la connessione Wi-Fi molto velocemente.

Dal punto di vista del design e dell’ergonomia parliamo di due fotocamere molto piccole e pratiche, magari non particolarmente adatte a chi a delle mani molto grandi, ma durante la presentazione alla stampa ho avuto la possibilità di farci qualche scatto e comunque l’impugnatura è abbastanza comoda. Sul retro della EOS 2000D troviamo uno display da 3 pollici, mentre la EOS 4000D una da 2,7 pollici di diagonale e ovviamente entrambe hanno un mirino ottico centrale. Quello che sorprende nelle scelte di design è la mancanza della slitta flash, cosa che invece trovavamo sulla EOS 1300D: c’è un piccolo flash pop-up integrato, ma spesso e volentieri non è sufficiente per un’illuminazione adeguata. Inoltre, nella EOS 4000D non troviamo speaker interno, ha la baionetta in plastica ed è appena appena più sottile della 2000D; questi aspetti la rendono anche più leggera.

Di seguito alcuni scatti realizzati con un modello preproduzione della nuova EOS 2000D.

Canon EOS 2000D ed EOS 4000D: due al posto di una
© Riproduzione riservata
Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top