Giulio Forti

Durante l’università, a metà anni Settanta, fa le prime esperienze nella fotografia sportiva, in particolare l’automobilismo tra Rally di Montecarlo, Monza e Vallelunga, e nella fotografia di moda per una firma romana. I suoi primi articoli sono apparsi su Il Progresso Fotografico e Tutti Fotografi, tra il 1967 e il 1970. Importante, in quel periodo, il corso sperimentale di grafica di otto mesi finanziato dalla Regione Lazio e curato da un giovane Piergiorgio Maoloni, che sarebbe diventato uno dei più noti designer italiani. Assunto per le relazioni con il pubblico e la pubblicità dal distributore di Nippon Kogaku (Nikon), dopo aver collaborato come freelance alle pubblicazioni tecniche, ha realizzato Il Libro Nikon, due volumi grande formato dedicati ai prodotti del marchio. Nel 1970, ha iniziato la collaborazione con Fotografare, rivista che poi ha diretto dal 1972 al 1979. Durante quella esperienza, ha scritto Il manuale Nikon (70.000 copie) e il Manuale Olympus (35.000 copie). Nel 1980, ha fondato la Editrice Reflex, per pubblicare Fotografia REFLEX. Nel corso degli anni, la casa editrice ha dato vita a numeri speciali e altre testate, come il professionale PRO, la guida REFLEX Fotomarket, la collana trimestrale La biblioteca del fotografo e, nel 1996, il sito reflex.it, primo in Italia di una rivista fotografica. Tra manuali di tecnica e collezionismo, la Editrice Reflex ha pubblicato i suoi libri Il libro della reflex e Fotografia. Teoria e pratica della reflex (25.000 copie vendute) Dal 1999, è vice presidente della Technical Image Press Association (TIPA).

Scritti da Giulio Forti

Altri articoli
To Top