EOS M50
News

Anteprima: ecco la nuova mirrorless Canon EOS M50

Abbiamo messo le mani sulla nuova mirrorless di Canon, la EOS M50. Che sia quella giusta? 

Canon presenta la nuova EOS M50, una mirrorless caratterizzata dal sensore CMOS in formato APS-C da 24,1 milioni di pixel di risoluzione, dal nuovissimo processore DIGIC 8, da un display touch screen orientabile e, per la prima volta su una mirrorless Canon, da video in risoluzione 4K

A guardare solo le caratteristiche principali sembrerebbe una fotocamera molto interessante, che poi è proprio quel che serve a Canon per cercare di rilanciarsi, anzi, di prendere davvero il via nel settore delle mirrorless, dove sono altri i marchi che la fanno da padrona. Un’azienda come Canon, leader del mondo reflex, non può più permettersi di tralasciare quello delle mirrorless, che è quello più in crescita negli ultimi anni. 

EOS M50

Con la nuova EOS M50 l’azienda si augura di conquistare un pubblico avventuroso, connesso e possibilmente giovane ed è proprio per questo che la nuova mirrorless vuole rappresentare il l’occasione giusta per “migliorare le proprie capacità fotografiche” per quei nuovi appassionati che fotografano con una fotocamera compatta o addirittura con uno smartphone. Non stiamo parlando di una risposta alle recenti mirrorless professionali di Sony, Panasonic e Fujifilm, ma questa nuova Canon sembra avere le carte in regola per dire la sua. È piccola, leggera e integra tutte le connettività di ultima generazione, Wi-Fi e Bluetooth, con cui comunicare con dispostivi smart attraverso l’app Canon Camera Connect per iOS e Android. La connessione costante grazie al Bluetooth a basso consumo energetico consente al dispositivo connesso di accedere alla fotocamera anche quando è in stand-by e di attivarla da remoto. In automatico la connessione passa al Wi-Fi quando è richiesto un maggior consumo di banda, ad esempio per le riprese in Live View o per il trasferimento dei file, che tra l’altro avviene in autonomia per ottimizzare il processo di condivisione. Una volta trasferiti i file sullo smartphone o sul tablet possono essere sincronizzati con un computer (avvalendosi di Image Transfer Utility 2) o archiviati sul cloud di Canon Irista

La nuova Canon EOS M50, però, non è connettività e facilità d’utilizzo, al suo interno infatti c’è il nuovo processore DIGIC 8 che amplia le possibilità rispetto ai processori precedenti. Sulla nuova mirrorless troviamo infatti filmati e time-lapse in 4K e la funzione frame grab, che permette di estrapolare singoli frame da 8MP dai video 4K. La sensibilità, inoltre, arriva fino a 25.600 ISO. Altri aspetti che possono godere del vantaggio di questo nuovo processore sono la cadenza di scatto fino a 10 fotogrammi al secondo, la messa a fuoco automatica con face recognition e rilevamento occhi, l’ottimizzazione automatica della luce, il Digital Lens Optimizer e la priorità alte luci. 

La EOS M50 integra un rinnovato Dual Pixel CMOS AF che ora può sfruttare una copertura maggiore dell’inquadratura, l’88% del sensore in orizzontale e il 100% in verticale con 143 punti AF. Questo incremento della copertura va di pari passo con un tracking AF più efficiente e con una zona AF più ampia, che può quindi risultare utile in molteplici situazioni. 

Inoltre, altra grande novità in casa Canon è l’introduzione con la EOS M50 di un nuovo formato RAW: il CR3. Si tratta di un formato a 14 bit ma che può contare anche sull’opzione C-RAW, che può creare dei file non compressi ad alta risoluzione ma con un peso inferiore del 30-40% rispetto al RAW standard. Questa novità consente di aumentare il numero di scatti archiviabili su scheda di memoria senza però compromettere la qualità del file, come accadeva con i vecchi formati M-RAW e S-RAW.

Il design della nuova mirrorless EOS M50 è molto simile a quello della EOS M5, troviamo infatti anche qui un mirino elettronico centrale, ma il display touch screen è completamente orientabile e integra la modalità Touch and Drag AF per me mettere a fuoco in un punto preciso semplicemente spostando un dito sul display anche quando la fotocamera è all’occhio. 

Durante la presentazione alla stampa ho avuto l’occasione di provare in anteprima la EOS M50 per qualche scatto con una modella. Di seguito alcuni risultati, che fanno ben sperare per l’effettiva qualità del sensore in accoppiata con il processore DIGIC 8, un pochino meno la messa a fuoco sull’occhio, ma probabilmente era solo la situazione in cui in tanti e in poco tempo abbiamo fatto qualche piccola prova; la modella non potendo concentrarsi su una sola fotocamera era in continuo movimento e forse questo ha ingannato la messa a fuoco. Dal punto di vista cromatico, comunque, questi primi scatti sono soddisfacenti, ma per un commento più approfondito aspetterò la prova vera e propria della nuova mirrorless. 

La nuova Canon EOS M50 sarà disponibile per l’acquisto dal prossimo aprile, al prezzo suggerito al pubblico di €749,99 in kit con l’obiettivo EF-M 15-45mm f/3,5-6,3 IS STM. 

Anteprima: ecco la nuova mirrorless Canon EOS M50
© Riproduzione riservata
Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top