Mobile

Anche Asus presenta lo smartphone dual camera

Il nuovo ZenFone 3 Zoom con dual camera sarà il nuovo punto di riferimento fotografico per Asus

Gli smartphone stanno sempre più spostando l’asticella delle caratteristiche fotografiche verso l’alto, tanto che ormai sono più che una semplice alternativa alle fotocamere compatte. Così tutte le aziende produttrici smartphone si concentrano sempre più proprio sulla qualità delle immagini che possono essere realizzate da i propri prodotti, facendone la caratteristica principale in praticamente ogni spot che oggi si vede in televisione. Asus è da qualche tempo che lavora sodo proprio su questo aspetto e al CES di Las Vegas ha anche lei proposto uno smartphone con doppia fotocamera posteriore. Si chiama Asus ZenFone 3 Zoom e già dal nome è evidente come l’aspetto dell’ingrandimento sia molto importante. Le due fotocamere poste sul retro dell’apparecchio hanno entrambe una risoluzione pari a 12MP, fornita dal sensore Sony IMX362, la principale è caratterizzata da un obiettivo con apertura massima pari a f/1,7 mentre la seconda ha uno zoom ottico 2,3x. Con l’aggiunta di un terzo sensore, inoltre, lo ZenFone 3 Zoom raggiunge un ingrandimento massimo di 12x grazie alla tecnologia digitale. Inoltre, sfruttare le due fotocamere vuol dire poter giocare con la profondità di campo, utile soprattutto quando si parla di ritratti di immagini ravvicinate in cui voler focalizzare l’attenzione su un particolare e sfocare lo sfondo. 

Inoltre, la tecnologia SuperPixel di Asus combinata alle qualità del sensore, all’apertura f/1,7, alle dimensioni dei singoli pixel sul sensore e agli stabilizzatori d’immagine, secondo la casa dovrebbe portare il nuovo ZenFone 3 Zoom ha scattare anche in condizioni di scarsa luce ottenendo risultati di alto livello. A quanto dicono superiori a quelli prodotti dall’iPhone 7 Plus. 

Anche l’autofocus offre prestazioni che fanno invidia a molte vere fotocamere; infatti, con la nuova versione della tecnologia TriTech di Asus e grazie all’aggiunta del nuovo Dual Pixel PDAF (Phase Detection Auto Focus) i tempi di messa a fuoco sono incredibilmente più brevi in confronto al passato, si parla di appena 0,03 secondi. 

Infine, ovviamente, non poteva mancare la ripresa video in 4K e un fotocamera frontale degna di sorella di quelle posteriori. Per scattarsi i tanti amati selfie sarà possibile sfruttare una risoluzione di 13MP offerta sempre da un sensore targato Sony, un obiettivo con apertura massima f/2 e la modalità flash screen. 

C’è tanto altro nel ZenFone 3 Zoom di Asus, come il supporto per i file raw, modalità di scatto manuali, una batteria che garantisce fino a 42 giorni in standby o più verosimilmente fino a 48 ore di conversazione con una sola carica. 

Il tutto è alimentato da un processore Qualcomn S625, 4GB di Ram, fino a 128GB di Rom. 

E, ovviamente stiamo parlando di un telefono, quindi si potrà parlare oltre che scattare belle fotografie! 

Anche Asus presenta lo smartphone dual camera
© Riproduzione riservata
Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

To Top